I rischi del sodio

Aggiungere sale agli alimenti non è una necessità biologica.
Si tratta semplicemente di un’abitudine consolidata e contratta fin dalla prima infanzia.
L’impiego eccessivo di sale non è esente da rischi, in quanto potrebbe favorire l’insorgere dell’ipertensione arteriosa, soprattutto nelle persone predisposte.
Si è infatti constatato che tra le popolazioni il cui consumo di sale non supera i tre grammi al giorno, l’ipertensione è una patologia rara. Essa, oltre a essere dannosa di per sé, aumenta il rischio della comparsa di malattie cardiocircolatorie.
MA QUANTO È IMPORTANTE L’USO DEL SALE?
Riducendo gradualmente il consumo di sale si migliora la sensibilità gustativa apprezzando cibi poco salati.

Migliorando la pelle ed eliminando acqua in eccesso ( ritenzione idrica)

http://www.annamariagiancaspero.it

Il ruolo della famiglia nei bambini obesi

Oltre al dormire ed all’attività fisica, anche l’ambiente familiare è un’importante fattore legato all’incremento del sovrappeso ed della obesità dei bambini.

L’istruzione ed il reddito dei genitori sono chiaramente correlati allo stato del peso del bambino: i bambini di genitori con un basso reddito hanno una maggiore probabilità del 50% di essere in  sovrappeso o obesi se paragonati a bambini di genitori con un alto reddito.  Questo effetto può essere parzialmente spiegato da una minore qualità della dieta.

Tuttavia risulta importante , sin da piccoli, una corretta educazione alimentare, basata non soltanto su una questione di gusto, ma anche e soprattutto, su una scelta di alimenti idonei all’età cronologica ed al dispendio energetico.

 

http://www.annamariagiancaspero.it

 

Functional food

Cos’è il functional food?   Gli “alimenti” in grado di ridurre le probabilità di incorrere nelle principali malattie vengono chiamati Functional food .
L’ European food information council li definisce così: “Cibi che assolvono primariamente una funzione nutritiva ma che, in aggiunta, offrono uno specifico vantaggio per la salute.”

I principali alimenti funzionali sono: 
Prodotti Integrali
Pesce
Yogurt e latticini magri
Carni bianche e legumi
Verdura cotta e cruda
Frutta fresca
Frutta secca
Vino (in piccole quantità)
Té verde
Cacao
E’ importante sapere che la certezza che un determinato cibo offra protezione per una specifica malattia non è così semplice.
Infatti esistono diversi studi sperimentali per la misurazione degli effetti dei vari alimenti, tali studi sono possibili solo se vengono reclutate decine di migliaia di persone seguite per diversi anni.

http://www.annamariagiancaspero.it

Serotonina a Go Go

La serotonina,  è uno dei più potenti modulatori corporei di umore, appetito, sonno ed ha un potente effetto sul cervello.

A causa delle sue fluttuazioni possiamo vivere stati di ansia, frenesia alimentare, insonnia, mal di testa e altri problemi comuni della vita di tutti i giorni.       https://www.youtube.com/watch?v=1ciyQI5wkz8

La serotonina viene prodotta nel cervello e nel sistema nervoso degli esseri umani e degli animali grazie all’assunzione delle sostanze nutritive presenti nel cibo che consumiamo.

Basterebbe apportare dei corretti cambiamenti nello stile di vita e nella scelta di alcuni alimenti per modificare e migliorare il nostro stato d’animo.

http://www.annamariagiancaspero.it

La dipendenza dal cibo

La dipendenza è caratterizzata dall’impellenza di utilizzare una sostanza, da un consumo incontrollato e dall’esistenza di sintomi di astinenza (come ansietà e irritabilità) quando viene impedito l’accesso alla sostanza.
La ripetuta assunzione di zuccheri può sensibilizzare i recettori cerebrali alla dopamina (una sostanza prodotta nel cervello quando si prova piacere) in modo simile all’abuso di droghe illecite.
Mangiare, alimentarsi, ingurgitare cibo è un comportamento complesso che coinvolge diversi ormoni e sistemi nell’organismo.
Una riflessione va fatta sull’idea che ogni piacere che incontriamo – la bellezza, la musica, il sesso ….

 

http://www.annamariagiancaspero.it/